A/I VPN

Read this page in English

Lea esa pagina en español

Cosa sono le VPN di A/I?

Le Virtual Private Networks (VPN) vengono usate di solito per mettere in collegamento persone che lavorano a distanza o da casa con una sede o un ufficio. Le VPN di A/I sono diverse: vi consentono di incanalare tutto il vostro traffico internet su una connessione crittata attraverso i server di A/I. Questo tipo di VPN spesso viene chiamata “VPN privata”. Lo scopo di una VPN privata non è quello di farvi raggiungere un'altra specifica rete (per esempio la rete interna del vostro ufficio) ma di collegarvi in generale a Internet attraverso una connessione sicura e crittata.

Le VPN possono avere molti utilizzi, la scelta di A/I è stata quella di concentrarsi su situazioni emergenziali limitate nel tempo, per esempio un viaggio, la copertura di un evento, una manifestazione. Le VPN di A/I non sono adeguate per l'uso domestico permanente, se vi serve qualcosa per anonimizzare il vostro traffico Bittorrent, ci sono altre soluzioni.

Perché usare le VPN di A/I?

Il collettivo A/I ritiene che fornire ai propri utenti canali sicuri e anonimi per collegarsi a internet possa essere un passaggio molto importante per combattere la censura e il desiderio di istituzioni, governi e forze dell'ordine varie di controllare l'accesso alla rete e l'uso che ne viene fatto. Per questo da tempo spingiamo i nostri utenti all'uso di Tor e abbiamo deciso di sviluppare le VPN di A/I.

I Governi nel mondo puntano a un sempre maggiore controllo di ciò che circola su internet e di come le persone possano accedere alla rete e ai suoi conenuti, attraverso varie forme di monitoraggio e di censura. Anche se la maggior parte di voi sarà a conoscenza di ciò che avviene in Cina o in Iran (tanto per citare due esempi), forse molti si stupirebbero di sapere che negli Stati Uniti il governo monitora costantemente le relazioni tra le persone attraverso una sorveglianza diretta ed estesa dei social network, o che molti paesi dell'Unione Europea esigono che i provider (sempre compiacenti) registrino i dati di connessione dei propri cittadini per anni e monitorino il traffico degli utenti per troncare la loro connessione non appena questi usano programmi di file-sharing o si collegano a determinati siti. Alcuni paesi (ad esempio l'Egitto durante le mobilitazioni di Piazza Tahrir del 2011) addiritturano hanno blindato l'accesso delle persone nel loro territorio a tecnologie di comunicazione come Skype.

In questo senso le VPN di A/I possono rappresentare un'ottima soluzione per chi senta la necessità - per il territorio in cui vive e milita, o per la particolare situazione che vi si è venuta a creare - di un canale di comunicazione verso internet crittato, sicuro, protetto dagli occhi e dalle orecchie indiscrete di governi, provider e in generale organismi di controllo e repressione. Le VPN di A/I mirano a:

Limiti delle VPN di A/I

Le VPN di A/I presentano due tipi di limiti.

Da un punto di vista tecnico le VPN non sono la panacea a tutti i mali di internet: anche se state usando le VPN di A/I dovreste utilizzare connessioni via SSL / TLS (https per la navigazione via web, pop-ssl/imaps/smtp-tls per la posta, ecc.); una volta che il vostro traffico lascia i server di A/I esso si riversa in chiaro sulla Internet pubblica (l'unica cosa che la VPN fa è offuscarne l'origine). Inoltre, la nostra infrastruttura non vi aiuterà se il vostro PC è già stato compromesso da virus, spyware o dalle forze dell'ordine. Infine considerate che la creazione e il transito attraverso un canale sicuro verso internet rallenterà la vostra velocità di connessione sensibilmente, una cosa totalmente ininfluente se il vostro obiettivo è comunicare in maniera sicura, ma fastidioso se state solo cazzeggiando.

Inoltre le risorse del collettivo A/I non sono infinite, e per questo motivo il pacchetto di configurazioni che vi offriamo funzionerà solo per 7 giorni, periodo dopo il quale dovrete scaricare un nuovo pacchetto di configurazioni aggiornato. Questo non per frustrarvi e costringervi a faticose riconfigurazioni di programmi e computer, ma semplicemente per accertarci che chi vuole usare le VPN di A/I ne abbia veramente bisogno per comunicare e per combattere censure e forme di controllo estreme.

Come configurare le VPN di A/I sul vostro computer?

Per ottenere una VPN di A/I dal vostro pannello utente potete trovare un link che vi permetterà di scaricare un file zip contenente un certificato SSL (e la sua chiave) necessario per accedere alla VPN. Con tale file (da custodire gelosamente in un posto sicuro sul vostro computer) potrete configurare uno dei tanti software con cui realizzare la VPN con i server di A/I. Nel file zip troverete anche un file chiamato README.txt che vi spiegherà come configurare la VPN su Linux, Mac e Windows con pochi semplici passaggi. Una volta avvenuto il collegamento, tutto il vostro traffico internet transiterà attraverso la VPN di A/I prima di giungere a destinazione.
Ricordati: per scaricare lo zip con le configurazioni per usare le VPN di A/I devi essere in possesso di una mail sui nostri server, con relativa password. Se così non fosse, puoi chiederne una in un attimo!

La VPN di A/I utilizza OpenVPN, per il quale esistono svariati client. Abbiamo scritto alcuni HOWTO per i sistemi operativi più comuni, consultabili online, nel caso le istruzioni in README.txt non fossero sufficienti:



Si ringrazia Riseup per l'ispirazione di questo testo